Dblk: accidere ex una scintilla incendia passim: Le grandi interviste di Dblk



Le grandi interviste di Dblk

Squillino le trombe, rollino i tamburi (ah no quella era un'altra cosa), ad ogni modo tutti si alzino in piedi perchè tornano a grande richiesta le Grandi interviste di Dblk. Temute, invidiate, desiderate, le 30 domande hanno stavolta l'onore di ospitare Diderot. Il suo blog si occupa spesso di politica, a volte di sport, ma direi io forse soprattutto di cultura, inglobando, cosa non facile, anche i primi due temi in essa. Ogni trattazione è curata con idee diverse dal solito, a volte criptiche ed enigmatiche (ma sempre capibili) altre dirette come le battute di David Lettermann. Ma lasciamo spazio alle domande.

1.Nome
Diderot

2.Conosciamoci meglio. Per esempio che musica ascolta Diderot, ma soprattutto perché decide di aprire un blog nel giugno 2005?
Diderot ascolta Paolo Conte, Vasco Rossi, Franco Battiato, Leonard Cohen, Lou Reed, Franco Califano, Nick Drake, Baustelle, Non voglio che Clara, Keith Jarreth, R.E.M.,Caetano Veloso, Radiohead, Air, Bob Dylan, Nico, Serge Gainsbourg, Patti Smith, Michael Nymann,Ivano Fossati, Miles Davis, Fabri Fibra, Virginiana Miller, Fabrizio De Andrè, The Shins, The Who, The Beatles, The Smiths, The Kinks.
Diderot era anticamente una sezione “de sinistra” del sito/blog neocon non più esistente fondato dagli amici Giorgio e Massimiliano.

3.Qual è l’hobby segreto di Diderot?
Sono l’assistente di Renato Farina.

4.Ho letto che uno dei tuoi libri preferiti è Arrivederci amore ciao di Massimo Carlotto, libro che affronta la tematica di un ex terrorista italiano che finito l’esilio forzato in centramerica torna i Italia sicuro di avere la grazia per via delle alte sfere che lo proteggono. Secondo te quanto di questo libro rispecchia quello che successe nell’Italia di Kossiga con la kappa, nell’Italia di piombo rossa e nera, ma non solo?
Non è tra i superpreferiti però m’è piaciuto molto. Credo che sì, in qualche modo rispecchi quello che dici tu.

5.Per esempio cosa pensi successe a Moro o meglio, perché venne rapito?
Lo so, ma preferisco non dirtelo.

6.Sempre riguardo l’Italia di quegli anni nuove idee suggeriscono l’ipotesi che i rossi e i neri si fossero alleati sul finire degli anni ’70 per attuare una nuova strategia militarmente più efficiente: dato, che oltrettutto potrebbe essere confortato dal fatto che molti di una parte confluivano nell’altra per delusione e o perché affascinati dalle azioni compiute dai i loro oppositori. Che ne pensi?
Rossi e neri so’ tutti uguali. L’Italia è un paese mancato.

7.Che ne pensi del rientro sulla scena politica e non di ex terroristi, fra cui per esempio, ultimo ma non ultimo Scalzone?
Ci sono ex terroristi ed ex terroristi. E comunque son favorevole all’amnistia.

8.Ultima domanda sul tema (o forse non c’entra proprio niente). Cos’è il Dies Irae?
E’ un film di Dreyer, forse il suo più famoso. Gli preferisco Ordet, ha qualcosa di bunueliano.

9.Passiamo ad un tema più frivolo. Il calcio malato. Nel 2005 scrivevi sul caso Genoa: Complotto. C'entra Galliani. Le toghe rosse. Forse Fazio. Di sicuro la CIA. E allora gli altri? Il più pulito c'ha la rogna. Ma ci sarà almeno un genoano che ha preso in considerazione la possibilità che possa esserci stato un illecito e che questo vada punito? Credi che sia in fondo questo il problema del pallone? Ovvero che il tifoso vede la sua squadra come una fede, la vive come una religione ed in quanto tale è l’unica esatta, non ce ne sono altre giuste?
Sono d’accordo. Però non trovo affato che sia un tema frivolo.

10.E intanto l’Inter ha vinto lo scudetto senza vincerlo. Oppure no (ndr: Diderot è tifoso interista)?
L’Inter l’ha vinto e l’ha meritato.

11.Eppure in tutto questo, questa estate l’Italia ha vinto il mondiale. A proposito tu hai fatto il tifo per il Ghana la prima partita.
Chi? Io?

12.In tema di scandali, che idea ti sei fatto di vallettopoli?
Ha ragione Il Foglio (13.3.2007): “Da adesso non si può più, quindi, esercitare in libertà il proprio umano squallore, non si possono indossare tute di cachemire con moon boot di pelo, non ci si può adagiare su un divano leopardato e farsi massaggiare i piedi da un paio di maschioni ingioiellati, non si può passare la notte con un vecchiaccio per denaro, non si può mettere una pezza ai casini combinati sganciando un po’ di soldi, non si può avere la faccia lucida e sudaticcia, non ci si può vestire di nero e non si può avere cattivissimo gusto per le piscine e i divani, non si possono nemmeno raccontare balle al telefono sulle proprie altrimenti penose performance sessuali. E’ nata una nuova giurisdizione, che vigila con grande eccitazione su tutte le novelleduemila del mondo e colpisce con voluttà: tatuaggi scopate corna, orrore estetico dei locali notturni verso l’alba, finta trasgressione molto abbronzata. Il gran circo di Lele Mora e Fabrizio Corona, pieno di canottiere, pettegolezzi, jeans aderenti e tette finte è ora sotto vero processo (e vera galera), è finito sotto il codice penale pur essendo soltanto un’industria cafona che ama la Costa Smeralda e le feste di compleanno in discoteca, le telecamere in faccia quando il fondotinta è ben steso e qualche bacio rubato per finta, tanto per mostrare nuovi e perfetti zigomi. Non si è più liberi di essere orrendi e malvestiti, insomma. Correte a controllare i cuscini dei vostri divani, correte a togliervi l’eye liner.”

13.Non spostiamoci di molto e parliamo un po’ di televisione. Via il dente via il dolore. Sei con Pippo Baudo o contro?
Sarò a favore di Pippo Baudo quando si deciderà a girare un film con Ciprì e Maresco.

14.Dato che hai aderito alla campagna di Massimo, ti faccio la stessa domanda che ho fatto a lui: cosa hai contro Fazio (Fabio)?
Nel suo programma ci sono cose interessanti, però uno dovrebbe potersi guardare Arbasino, Pollini, Rossanda in tv senza poi sentirsi in colpa per aver assistito a qualcosa di “importante” “cuRturale” “diverso dal resto della tv etc.” come tiene a precisare l’intervistatore prima di tutte le interviste (in particolare quelle che appartengono alla variante preobitoriale).

15.Ho letto che non apprezzi molto Striscia la Notizia. Perché?
Perché è il peggior programma del panorama radiotelevisivo italiano: forcaiolo, misogino, qualunquista, noioso.

16.Opinione diverse invece per otto e mezzo.
Molto più interessante.

17.A proposito, nella trasmissione di Ferrara è spesso presente Daniele Capezzone, che non ho ben capito se per te sia un semi dio, lo sia stato o non ti sia mai piaciuto.
Mi è simpatico. Tanto più simpatico quanto più sembra antipatico. E la sua rassegna stampa è imperdibile.

18.Parlando di politica si capisce leggendo il tuo blog che ha idee centro-sinistrose, sinistrose. In merito non posso evitare di chiederti un tuo parere sul Governo Prodi bis (ma anche sul primo volendo). Per esempio chi è il responsabile dell’instabilità? Prodi stesso che non ha charme, Mastella ed i Dico, la Chiesa, gli anarchici Turigliatto e Rossi, la legge elettorale, …?
Prodi è il miglior Presidente del Consiglio della storia repubblicana. E ciò è terribile. Gli unici responsabili dell’instabilità sono gli elettori che hanno votato come hanno votato.

19.In caso dovesse cadere il governo (ancora) per tornare stavolta alle elezioni chi vorresti come candidato del centrosinistra? Sarebbe l’ora giusta per sfoderare il Berlusconi romano, come molti lo hanno definito, ovvero Walter Veltroni, o si dovrebbe ritentare un Rutelli bis?
Veltroni è l’unica ipotesi percorribile. L’Italia non può osare di più.

20.Dall’altre parte del Parlamento invece chi vedresti bene per un dopo Berlusconi?
Benedetto Della Vedova.

21.Sempre un tema caldo per i parlamentari è quello che è nato intorno al caso Welby. Sei favorevole o contrario all’eutanasia?
Favorevole.

22.Usciamo dalla politica, ma non del tutto: leggo sul tuo blog la vicenda di Yunus Shaik, quarantenne pachistano, condannato al carcere perché ha minato le basi dell’Islam adducendo che i fondatori dell’Islam stesso fossero in realtà ebrei. Che idea ti sei fatto in merito?
Sai che questa storia non me la ricordo?

23.A proposito, Diderot crede in Dio? (Non per forza quello cristiano o ebreo,…)
In un post del blog Perceber.com è rintracciabile tra i commenti un “petra magoni è dio” con sotto la mia firma.

24.Credi nei miracoli?
No.

25.Ad ogni modo pensi che il mondo potrebbe fare a meno della religione?
Tempo due generazioni e se dio vuole il mondo ne avrà fatto a meno. Oppure l’umanità si sarà estinta prima.

Per concludere l’intervista le classiche domande brevi e le scelte.

26.Il tuo film preferito.
Le Mépris di Jean-Luc Godard.

27.Il tuo artista preferito.
Caravaggio.

28.Queen o Pink Floyd?
Pink Floyd, senza dubbio.

29.Vuoi aggiungere qualcosa?
Come diceva Proust: una parola è troppa e due sono poche.

30.Per concludere la classica domanda alla Marzullo:

John Rogers Searle, professore di filosofia dice:

You can have language without money, property, government or marriage, but you cannot have money, property, government or marriage without language.
Si può avere il linguaggio senza avere il denaro, il potere politico, la proprietà privata o il matrimonio, ma non si possono avere il denaro, il potere politico, la proprietà privata o il matrimonio senza il linguaggio. Sei d’accordo?
Sì.

Ringrazio ancora Diderot, e, a te che hai letto l'intervista, dico "stai attento, perchè il prossimo intervistato potresti essere tu!". Dblk

Etichette: ,

« Home | Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »

10 Comments:

At gio mar 15, 01:50:00 PM 2007, Anonymous aronne said...

denis è un mito!

La redazione di LibMagazine

 
At gio mar 15, 03:03:00 PM 2007, Anonymous velenero said...

Splendida intervista ad uno dei personaggi della blogosfera italiana che più stimo e a cui sono molto affezionato.

Le sue risposte hanno solo confermato l'idea che già mi ero fatto di lui...

Bravo Dblk!

 
At gio mar 15, 06:03:00 PM 2007, Blogger Ed said...

Bravi tutti e due!

 
At gio mar 15, 07:39:00 PM 2007, Blogger capemaster said...

cioè che è un meraviglioso pazzo!

Grandissimi!

 
At ven mar 16, 10:07:00 AM 2007, Anonymous collettivosoda said...

ottima intervista, che esalta le peculiarità istrioniche e molteplici dell'ottimo diderot.

bravi!

 
At ven mar 16, 11:04:00 AM 2007, Anonymous dalianera said...

Piacevolissima intervista.
Bravi ad entrambi.
Quanto alla Petra, Diderot dice bene e il suo pensiero lo sottoscrivo anch'io. :-)

 
At ven mar 16, 11:18:00 AM 2007, Blogger Johnny Durelli said...

Voglio un intervista anch'io!
:)

 
At sab mar 17, 10:27:00 AM 2007, Anonymous BartoloMiao said...

Diderot l'ho inventato io, l'ho scoperto io, l'ho!!!!

BartoloMiao

 
At dom mar 18, 06:44:00 PM 2007, Anonymous giulia said...

Bell'intervista Giulia

 
At lun mar 19, 04:14:00 PM 2007, Blogger Massimo said...

bella cosa, dblk, peccato per il link! ;)

 

Posta un commento