Dblk: accidere ex una scintilla incendia passim: Il giro del mondo.



Il giro del mondo.

Un giro intorno al mondo. Partiamo. Usa. E' di oltre un milione e mezzo il numero delle persone chiamate a lasciare le proprie abitazioni in una zona compresa fra la Florida ed il Mississipi, a causa dell'arrivo di Dennis (ma perchè questi nomi? Forse per rendere la cosa più umana) un uragano di forza 4 (la scala è da 1 a 5, ndr) che si abbatterà questo pomeriggio sulle coste americane del Golfo del Messico con venti di oltre 200 Km/h. Alabama e Louisiana potrebbero essere presto coinvolte. In particolare, oltre 700 mila persone sono state invitate ad evacuare in Florida, dove il governatore Jeb Bush ha proclamato lo stato di emergenza, uno Stato dove le tavole di legno per coprire finestre e porte sono sparite dai negozi in poco tempo, come le bombole di gas e le forniture elettriche d'emergenza. Dennis ha appena visitato i Caraibi, lasciandosi alle spalle una trentina di morti (22 quelli segnalati ad Haiti, una decina a Cuba). Direzione Pakistan. La scena potrebbe ricordare quella di alcuni film anni '50, di ambientazione siciliana, dove lo sposo, macchiato nell'onore dalla moglie, ricorreva alla lupara per vendicarsi. Erano film. Questa invece è la storia di un uomo, un uomo strettamente legato alle tradizioni del suo Paese, soprattutto a quelle estremistiche. Questione di corna. Avendo il sospetto che la moglie, da cui era separato da tempo, lo avesse tradito, in compagnia di un gruppo di amici, si è recato nell'abitazione della donna; dopo averla legata, l'uomo ha preso un seghetto e le ha amputato i piedi. Dopo tale gesto, pensando di essere nel giusto, è tornato a casa dove la polizia lo attendeva per condurlo in carcere. Varchiamo il confine a sinistra. Afghanistan. I Talebani hanno ribadito di aver catturato il Seal americano dato per disperso dopo uno scontro con le forze nemiche lo scorso 28 giugno, nella provincia di Kunar, nell'Afghanistan orientale. Il portavoce dei Talebani, Latif Hakimi, ha precisato che "i combattenti non hanno bisogno" di fornire le prove della detenzione del militare "perchè lo uccideremo molto presto e diffonderemo il video della sua esecuzione". Ancora poco chiare le posizioni del mullah che, tuttavia, garantisce la perfetta salute del militare a cui non è stata inflitta alcuna tortura. La Moore, portavoce del governo statunitense, assicura che per liberare l'ostaggio si sta cercando ogni strada percorribile aggiungendo in merito alla dichiarazione di Hakimi: "Speriamo che non sia in pericolo. Stiamo facendo il possibile per individuarlo". Cambogia. Ancora un film, comico all'apparenza, alla Final Destination 2 in realtà. Un'autista di un camion merci ha perso improvvisamente il controllo della propria vettura allorchè un melone scivolato sotto il pedale del freno, ha inibito il funzionamento di questo. L'incidente è costato la vita ad una persona mentre sono trenta i feriti accertati. Ed infine Italia. Torna Unabomber, ma questa volta non è più un incubo (sottovalutare questo genio malato è un errore da non commettere). La bomba questa volta è stata piazzata sotto il sellino di una bicicletta parcheggiata vicino alla stazione di Portogruaro. La ragazza, proprietaria del veicolo, spostandola ha fatto cadere l'ordigno che non è fortunatamente esploso (a Motta di Livenza, provincia di Treviso, le cose andarono diversamente: la bomba in quel caso era stata nascosta nel manubrio, ma poichè era un congegno a tempo non provocò danni a persone): chiamate le forze dell'ordine si è potuta attribuire la paternità di questa al bombarolo del Nord. I Ris ed il procuratore capo di Venezia Vittorio Borraccetti possono rallegrarsi in quanto da tale esplosivo (intatto a differenza del passato) si potranno ricavare informazioni importanti sul ricercato. Se aveste informazioni su Unabomber chiamate, anche anonimamente, il numero verde: 800 401 431. Ultima meta, Londra, lasciando l'Italia con le parole di Benedetto XVI: "Preghiamo per le vittime degli attentati di Londra, ma anche per gli attentatori, perché Dio tocchi i loro cuori. Dio ama la vita, che ha creato, non la morte. Fermatevi, in nome di Dio!". Si corre oggi a Silverstone il gran premio di Formula 1. Anticipato da un minuto di silenzio e dall'assenza dello champagne sul podio, la corsa sarà protetta con misure antiterrorismo eccezionali per impedire sviluppi a quanto successo giovedì (nota bene: devo ricordare con rammarico che, circa due mesi fa, erano stati trovati dei presunti membri di Al Qaeda nelle condutture dell'underground londinese, con le mappature della stessa metropolitana, ma la cosa adesso è caduta nel dimenticatoio). Dblk
« Home | Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »

2 Comments:

At lun lug 11, 09:06:00 AM 2005, Blogger Johnny Lazzarotto said...

Grazie, tu addirittura di blog ne hai due, visto che a Roma ci son stato solo una volta, con un po'di calma mi leggo quanto scrivi riguardo alla capitale. Buon tutto, JL.

 
At lun lug 11, 02:29:00 PM 2005, Anonymous adadea said...

Ehi vecchio mio quante notizie, quella del melone fa ridere ehhh! Ed anche le foto, sempre azzecate, bravo! Sono contento che il mio blog ti piaccia, siamo arrivati a 150 visite... ciao! e se vuoi pubblicare la foto di me, te evalerio... oppure non vuoi rivelare la tua identità?! ciao!

 

Posta un commento